Dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente

dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente

Oggi viviamo a lungo, e spesso godiamo di un certo numero di buoni anni, più liberi dagli impegni e ancora in buona salute. Fra pochi anni, addirittura, impotenza principale causa di morte sarà la demenza. La demenza è, in generale, una malattia lunga e invalidante. Assistere un malato di demenza è impresa ardua e frustrante, perché spesso il paziente non riconosce i familiari e ha manifestazioni di aggressività. La maggior parte di questi vecchi muore nelle residenze sanitarie assistenziali RSApensate per gli anziani disabili, dove è ancora raro il personale competente in cure di fine vita, e dove spesso il dolore anche fisico è Prostatite cronica e trascurato non dimentichiamo la legge n. A volte, per poter far accedere un vecchio a un programma palliativo, si va cercando nel suo corpo un tumore che gli dia la possibilità di rientrare nella categoria dei malati oncologici dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente di avere un posto in hospice. Credo che non possiamo lasciar andare le cose in questo modo, senza fare pressioni, anche politiche, per migliorare questa inquietante realtà, e senza trovare alternative, per la morte degli anziani, meno deprimenti della reclusione in RSA. E anche chi non ne ha fatte, cosa ne pensa? Ormai non si nutriva più da sè, nè aveva alcuna reazione agli stimoli esterni tuttavia è successo, poche ore prima della fine, che lei aprisse gli occhi e mi guardasse cercando il mio sguardo. Poi, dopo tanto tempo dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente mutismo, ha pronunciato una frase nitida e chiara dicendomi che aveva male, male ad un fianco. Mi ha guardata infine con attenzione dicendomi che mi voleva bene e in dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente momento siamo tornate a quando io ero bambina e lei, la mia giovane madrina, mi portava a passeggio con il vestitino della festa tenendo la mia manina stretta nella sua. Maria Teresa.

Un dolore che inizia dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente allo sterno, sulla parte sinistra del torace o alla bocca dello stomaco, che opprime come una morsa e tende a irradiarsi a braccia, spalle, schiena, collo e mandibola. Se poi ci sono pure nausea, sudorazione, difficoltà a respirare, la probabilità che si tratti di infarto è davvero alta. Mia mamma dopo 3 anni di demenza in casa Co la badante e con Je che andavo tutti i giorni, il 15 aprile ha avuto un ictus acuto e dopo una notte di hospice è morta.

Nel pomeriggio sembrava addormentata e anche se la chiamavamo non si svegliava. Io ogni giorno devo affrontare questa situazione. Forse mi sfogo cosi ma e brutto. Mi allontano. Le infermiere avevano capito che se ne stava andando, Prostatite per non farlo soffrire e non farli capire nulla, lo hanno sedato.

Ho creduto che li avevano accelerato la morte. Dovevamo farlo soffrire? Se lo avessi lasciato a casa domenica, quando è arrivato, come sarebbe morto?

I nostri giorni sono contati sul palmo di una mano, lui voleva vivere. Ho 55 anni e sono ancora nel mondo del lavoro e purtroppo mi attendono ancora diversi anni prima di andare in pensione. Psicologicamente per entrambe, è stato molto devastante.

Per rendersi conto di come funzionano le cose dovrebbero essere presenti nelle case che dirigono e non passare gran parte del loro tempo dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente una scrivania.

E parlando con altre persone che si sono trovate nella mia situazione, nella stessa struttura e in altre case di riposo, non sono in molti che si sono espressi positivamente, piuttosto ho trovato nelle loro parole molta rassegnazione.

Certo i bisogni primari sono svolti igiene, alzate etc ma come? Cosa succede allora? Ma la cosa più grave è che se non stanno male in modo evidente non se ne accorgono neppure o passa del tempo prima che se ne rendano conto. La politica, il Welfare dove sono?

Attacco di panico notturno e risvegli: cosa fare

Questa è una realtà che prima o poi ognuno si troverà a dover affrontare e poi penso sempre …………. Devo ammettere che stare con gli altri anziani, parlare con le infermiere lo ha fatto uscire dal sostanziale isolamento in cui viveva a casa sua.

Ho letto le vostre storie e mi sono ancora di più se possibile rattristato. Vivo con mia suocera che ha l alzaimer e siamo sul punto di ricoverarla in una splendida casa di cura.

Il dubbio é…come lasciarla li se lei vuole solo noi? É troppo doloroso…ma come si fa dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente coniugare famiglia lavoro e una malata di alzaimer che ti succhia l anima? Avete qualche consiglio? Anche la migliore delle strutture assistenziali non è minimamente paragonabile alla cura nel propri ambiente.

Difficile la situazione ma quando sta bene ci ripaga dalla stanchezza… cosa succederà in futuro? Gli psicofarmaci le facevano girare la testa ed è caduta più volte rompendosi omero, vertebre, polso, bacino ma leiallora perfettamente lucida, si ostinava a non volere una badante ed io non potevo imporgliela. Allora ha accettato una badante sola la mattina. Ora riconosce la casa ma ha perso la cognizione del tempofatica a parlaremangia poco.

La mia fortuna è stata di trovarle due badanti suocera e nuora che si alternano giorno e notte tutti i giorni compresa la domenica. Mio padre è morto ieri mattina, aveva compiuto 92 anni lo scorso settembre. Io ritengo che non si debba effettuare nessun accanimento ma che se una persona è particolarmente forte e soprattutto ha voglia di vivere oltre ad essere lucida, deve essere aiutata a vivere.

Anche mia madre non sta bene, è in demenza da Parkinson ma la tengo in casa, con badante e tanti sacrifici. Lei ha cambiato carattere, è sempre sorridente e straparla ma sana anche se sempre più bloccata. Ormai fa solo qualche passettino e sono orripilanti a pensare a quando non riuscirà a deglutire e vorrei tanto che si potesse sedarla e farla spegnere decorosamente senza pec che non toglie lo stimolo della fame per esempio.

Sono importantissimi i centri diurni per alleviare la stanchezza e lo stress dei pazienti dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente dei loro parenti. Ci vuole anche molta prevenzione per una vecchiaia più serena e facilitare e incoraggiare le case comuni cioè più coppie che possano unire le forze e le risorse per invecchiare in case non vuote e con assistenza condivisa. La sera tornando dal lavoro potevo abbracciarla e coccolarla.

Circa 40 giorni fa é stata male ed é stata ricoverata in ospedale. Per la demenza si rifiuta di aprire la bocca quindi non mangia e non beve quasi più. Niente peg e niente sondino, servirebbero solo a prolungare questa agonia, cerco di passare più tempo possibile con lei per coccolarla e darle amore.

Da circa 1 anno vive allettata. Non ha mai parlato tanto è sempre stata molto assente e da mesi ha crisi che durano giorni in cui i deliri la riprtano alla sua vita precedente. Si cura un corpo morto e non la persona a cui va data una morte dignitosa: se ha deciso di lasciarsi morire perchè accanirsi!

Sto leggendo con interesse le esperienze di tanti che lasciano testimonianza. Chiedo consiglio a chi sicuramente ha già affrontato qualcosa di simile alla mia situazione….

Sono fortunata perchè ho ancora i miei genitori presenti nella mia vita. Ora papà ha 91 anni e mamma Papà è sempre stato un uomo forte e deciso, ha affrontato tante difficoltà nella sua vita. È rimasto orfano a sei anni con tre fratelli più piccoli e la sua mamma. È arrivato a91 anni…… Presente ai suoi doveri legati al suo lavoro e alle incombenze economiche. Purtroppo il suo fisico sta improvvisamente crollando per demenza impotenza. Ripetutamente è caduto, anche con la bicicletta, ma è sempre colpa di altri….

Ma della sua inavedutezza…. E poi su in ospedale…. Difficoltà dimogni tipo per i suoi rigorosi no, no, faccio da solo, non serve niente…. Ostilità a manetta per le cose dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente semplici…. Cerchiamo di aggirare gli ostacoli per ottenere una sua e altrui sicurezza… Non sempre con buoni risultati….

Credetemi di tutto abbaimo tentato per fargli capire che non puo dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente dopo due ictus…. Ironia …. I medici a rinnovo patente ……. Alle ns richieste di stop…. Ci hanno risposto che gli anziani devono avere loro autonomia…. Due fatti ischemici, porta apparecchi acustici, e ha perso uso motorio gamba sinistra, ha una cataratta non dichiarata…… Ma siamo folli…. Io non dormo più per la preoccupazione…. Siamo arrivati dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente demenza….

Non vuole bere, non vuole fare la pipi, barcolla, non sta in piedi eretto per crollo vertrebrale, e quando si mette intesta che deve andare a dare da mangiare alle galline nessuno lo fa ragionare…… si deve fare solo quello che vuole lui.

Lasciamo stare il discorso economia famigliare. Mia sorella, non ho mai capito se per scelta o per disavventura della vita, ha scelto di restare prostatite e si occupa di loro ora che fisicamente i ns genitori non sono più quelli di una volta.

Noi siamo sposate e viviamo non lontano da loro e siamo sempre presenti nella gestione delle difficoltà famigliari, con un problema che, appena spingiamo per un aiuto diverso ed esterno, veniamo messe out out dalla sorella che vive con loro.

Ho proposto, imposto una badante che ha assistito miei suoceri per nove anni, donna semplice ma di cuore. È in prova ma non la vogliono: mia sorella ha detto sono io che la devo sopportare se a me non va bene non la voglio…. La sua vita dovrebbe essere altro da mera e passiva presenza ai ns genitori….

Io non sto più a guardare e agisco e ovviamente sono prostatite e violenta, secondo lei, Vorrei che capisse dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente assistere i ns genitori è un ns dovere morale e di cuore, non riesco nè io, nè i medici a farle capire che la demenza senile va sostenuta.

Ai no di papà si dice di si ma poi responsabilmente si deve fare diversamente…. La frase che mi uccide tutti i giorni è: se papà non vuole non si fa…. A nulla valgono le parole dei medici.

A papà è stato prescritto un farmaco da neurologo…. Torna a Servizi Integrated Health Solutions. Fibrillazione atriale La vostra salute Informazioni su questa patologia. Informazioni sulla fibrillazione atriale Si parla di fibrillazione atriale quando il battito cardiaco diventa irregolare e, spesso, accelerato. Cause Spesso le cause Prostatite cronica fibrillazione atriale non sono chiare.

Fattori di rischio Per prevenire la fibrillazione atriale, è possibile controllare o modificare alcuni fattori di rischio. Fattori di rischio controllabili Colesterolo alto pressione sanguigna alta Cardiopatia Fumo Sovrappeso Caffeina Abuso di alcol Sedentarietà Alcuni farmaci Apnea notturna Fattori di rischio non controllabili Anamnesi familiare Invecchiamento Difetti cardiaci congeniti. La fruizione culturale mitiga gli effetti dello stress?

Come trasformare lo stress in benessere e salute con la cultura. Organizzazione aziendale e Prostatite cronica lavoro-correlato: Tutela della salute dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente sviluppo della performance. Compare, Alberto Tonelli, Enzo Grossi. Verso il DSM Scenari nosologici delle patologie legate allo stress.

Zielllo, Claudio Zullo. Prova i nuovi servizi di Telemedicina. Dove sono:. Curare il trauma: il suo peso nella vita quotidiana Dipendenza affettiva: il dipendente aggressivo La contro-dipendenza affettiva La co-dipendenza affettiva Dipendenza Affettiva Passiva Le quattro forme di Dipendenza Affettiva Perché mi faccio manipolare?

Ansia mattutina: riconoscerla e gestirla Sindrome da fine vacanza Il Blocco Psicologico. Come risolvere il problema Attacco di Panico. Una forma di manipolazione molto diffusa: il Gaslithing. Come difenderci? Sintomi psicologici di chi sta subendo manipolazione e come uscirne. Condividi: Fai clic per condividere su Facebook Si apre in una nuova finestra Fai clic qui per condividere su Twitter Si apre in una nuova finestra Fai clic per condividere su WhatsApp Si apre in una nuova finestra Fai clic qui per condividere su LinkedIn Si apre in una nuova finestra Fai clic per condividere su Telegram Si apre in una nuova finestra Fai clic qui per inviare l'articolo via mail ad un amico Si apre in una nuova finestra Fai clic qui per dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente Si apre in una nuova finestra.

Perché la rabbia fa davvero male al cuore

Valentina il 9 Novembre alle Pamela Busonero il 8 Luglio alle Luca il 18 Luglio alle Pamela Busonero il 18 Luglio alle Sindrome da stanchezza cronica: è un disturbo grave? Significato e caratteristiche del disturbo. Sintomi associati e Cause di Sindrome da stanchezza cronica Leggi. Fare entrambe le RM credo sia possibile ma il tempo da passare dentro la macchina raddoppia. Annebbiamento della vista e dolore oculare se esposta ad una Luca forte col tempo si sono aggiunti altri sintomi come la stanchezza e la difficoltà a fare le dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente perché ho dolori alle articolazioni e tensione muscolare.

Salve dottore,ho 20 anni e le scrivo per un problema che persiste da ormai 4 mesi. Premetto che sono sempre stata una ragazza molto sportiva,praticante di molti sport. Da 4 anni a questa part pratico calcio. Premetto che prima di questo periodaccio ero sempre molto allegra,amavo stare con gli amici e andare a dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente oltre che ad allenarmi e a giocare con la mia squadra.

Mentre ora ho dovuto abbandonare lo sport e limitare le uscite per la stanchezza e il malessere generale.

Ho iniziato a svegliarmi con gli occhi e bocca molto secchi e la sensazione di svegliarmi non riposata,come se fossi ubriaca insomma. Le feci non sono formate e ho sempre 37,1 di febbre,tonsille che mi si infiammano spesso già da tempo e linfonodi gonfi sottomandibolari non dolenti. Quando mastico avverto una sensazione di affaticamento dietro alla nuca dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente a volte è come se mi sforzassi di far uscire la voce.

Ho fatto innumerevoli analisi tiroide,ANA reflex,emocromo,tampone,epstein barr virus,citomegalovirus,feci,urine,tac cranio,raggi al torace,ecocardiogramma,eco addome e ecografia ai linfonodi.

Oggi viviamo a lungo, e spesso godiamo di un certo numero di buoni anni, più liberi dagli impegni e ancora in buona salute. Fra pochi anni, addirittura, la principale causa di morte sarà la demenza. La demenza è, in generale, una malattia lunga impotenza invalidante.

Assistere un malato di demenza è impresa ardua e frustrante, perché spesso il paziente non riconosce i familiari e ha manifestazioni di aggressività.

La maggior parte di questi vecchi muore nelle residenze sanitarie assistenziali RSA dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente, pensate per gli anziani disabili, dove è ancora raro il personale competente in cure di Prostatite vita, e dove spesso il dolore anche fisico è sottovalutato e trascurato non dimentichiamo la legge n.

A volte, per poter far accedere un vecchio a un programma palliativo, si va cercando nel suo corpo un tumore che gli dia dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente possibilità di rientrare nella categoria dei malati oncologici e di avere un posto in hospice.

Credo che non possiamo lasciar andare le cose in questo modo, senza fare pressioni, anche politiche, per migliorare questa inquietante realtà, e senza trovare alternative, per la morte degli anziani, meno deprimenti della reclusione in RSA.

E anche chi non ne ha fatte, cosa ne pensa? Ormai non si nutriva più da sè, nè aveva alcuna reazione agli stimoli esterni tuttavia è successo, poche ore prima della fine, che lei aprisse gli occhi e mi guardasse cercando il mio sguardo. Poi, dopo tanto tempo di mutismo, ha pronunciato una frase nitida e chiara dicendomi che aveva male, male ad un fianco. Mi ha guardata infine con attenzione dicendomi che Trattiamo la prostatite voleva bene e in quel momento siamo tornate a quando io ero bambina e lei, la mia giovane madrina, mi portava a passeggio con il vestitino della festa tenendo la mia manina stretta nella sua.

Maria Teresa. A grandi linee questa è la mia esperienza che si è conclusa nel mese di gennaio con la morte di mia madre. Devo dire che i due anni e mezzo vissuti con mia madre mi hanno arricchito molto, ho avuto dalla Prostatite un periodo di 30 giorni di ricovero in una struttura per mia madre ma dopo 12 giorni me la sono riportata a casa perché anche se lei non se ne rendeva conto di dove fosse per me la sofferenza nel vederla li era insopportabile, lei è rimasta con me serena e circondata da affetto sino alla fine.

Tutto dipende dalla persona nella quale la malattia insorge, dalla sua storia clinica, dalla sua formazione ad iniziare dai primi 3 anni di vita, dal carattere. Assistere un familiare affetto da demenza senile in casa, equivale ad abnegare la propria esistenza.

Comprendo e non biasimo chi si trova nella devastante condizione di dover collocare il proprio familiare in RSA. Io non avrei potuto sopportare un dolore di questo genere.

Buongiorn ho 62 anni e sono unica filgia nubile di due aniznai geitori malconci in salute, Per di più sono nubile, e non sono neppure ancora pensionata. Ad aprile dopo anni di cure a csa rese da me sono dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente costretta a fra ricoevare mio padre che adoro più della mia vita stessa e che ho continauto a seguire anche in struttura.

La situazione era ingestibile perchè anche mamma ha avuto bisogno di cure, papà ha una demenza ischemica cronica e mamma ha avuto uno scompenso cardiacoparlo di un uomo di quasi 91 anni e di una donna che si avvia ai 94, La casa dove si vive non poteva ospitare anche una badante.

Ora papà sta morendo e io sto morendo con lui perchè lo amo al di sopra di me stessa, e spero di reagire a questo imenso solore perchè devo continuare ad assitere mama, sono a casa in congedo con la legge e poi si vedrà. Io penso che le persone anziane, quando non più autosufficientisubiscano vere e proprie torture qualcuno decide per loro vengono deprivati della loro casa sradicati dalle loro cose, dalle loro abitudini, anche dai loro amici, alloggiati in una RSA diventano il numero che viene anche stampato sulle loro quattro cose, sono costretti a dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente con chi gli capita accanto, a dormire, a mangiare, a esser svegli ad orari fissi.

E la speranza, e il senso? Tante mani tese.

Stress e disturbi da somatizzazione

La soluzione a queste scelte quale è considerato che tenerli impotenza casa con una badante costa un occhio della testa e pochi possono permetterselo. No, è una prerogativa per chi ama. Ho assistito con amore e non senza mie conseguenze fisiche,mia madre per 4 anni, e alla fine è morta a casa mia in un dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente familiare e tra le mie braccia.

Scusa ma quando tu a tempo pieno non c eri? Chi se dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente iccipava…. Ciascuno di noi ha le proprie esperienze e i propri vissuti. Tutti forse diversi. Tutti intensi. Purtroppo vero. Ho avuto gioie,fortuna,dolori. Qualche rimpianto,forse ho fatto impotenza male.

Ma al mattino,quando mi faccio la barba e mi specchio riesco a guardarmi negli occhi e sono certo di essere una persona onesta. Ho sempre mantenuto la parola data. Non ho mai approfittato di altre persone. Ho seguito scrupolosamente questi tre insegnamenti di mio padre un contadino inurbato con la terza elementare. Non merito lo spietato trattamento di una RSA. Non so se qualcuno lo meriti.

Informazioni sulla fibrillazione atriale

A tanti viene inflitto. Con la nostra silente connivenza. Chi di loro aveva dato il consenso a questa invasiva terapia?

Probabilmente proprio nessuno!!! Penso che di qui si debba partire per far qualcosa: poter davvero lasciare le nostre Direttive anticipate sulle cure, oggi per domani in previsione di una nostra possibile incapacità di intendere e di volere o anche solo di comunicare. I Registri Comunali del Testametno Biologico sono una prima fattiva risposta da sostenere in ongi modo!

Ricordo il recente caso dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente scrittore belga Hugo Claus che, avendo ricevuto una diagnosi di malattia di Alzheimer, ha potuto decidere di morire prima di non esser più capace di riconoscere moglie ed amici. Questo oggi è possibile in Belgio. Cari amici, grazie ancora una volta per i vostri commenti non solo profondi e informati, ma ricchi della vostra esperienza. Stiamo facendo un ottimo lavoro. Aiutatemi a diffondere più possibile questo blog, che, grazie a voi, sta diventando una sede di informazione e dibattito davvero non banale.

Buona domenica. A dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente anni circa, mia mamma ha incominciato gradualmente ad avere problemi si alzava anche tre volte alla notte perché aveva fame, pesava 80 kg. Era del è mancata nel Vi ho conosciuto adesso adesso. Ho letto qua e là. Complimenti, argomento essenziale.

Mi sento di incollarvi un mio articolo di un paio di anni fa. Non frequento blog, non so le regole, abbiate pazienza! Per fortuna che la maggior parte dei pazienti non lo sa, se no non vivrebbe con entusiasmo il trasporto in un luogo come questo. La terminologia inglese viene mantenuta anche in italiano, in quanto la sua traduzione letterale ricovero, ospizio male focalizzerebbe lo spirito che si vuole dare al soggiorno in questi luoghi, richiamando viceversa sensazioni di abbandono e di mancanza di speranza.

Inoltre dispongono sia di aree comuni in cui possano esserci incontri tra i pazienti, volontari, familiari, sia di spazi aperti per consentire momenti Prostatite cronica deambulazione e di svago ai malati meno gravi. Traggo queste informazioni da internet e adesso vi racconto la mia esperienza.

Diametro 1,5 cm. Sintomatologia assente. Finora sto bene, il bilancio della mia vita è positivo e io ho sempre saputo che nei vecchi i tumori crescono al rallentatore. Fosse per me, non farei niente. Tu cosa faresti? Ovviamente, per pulirsi la coscienza, marito e figlia decidono che deve fare la chemio, biopsie, termoablazioni e compagnia bella con il corollario classico di vomito, diarrea, perdita dei capelli, orrore per sé stessa e, appena comincia a riprendersi, un nuovo ciclo.

Nel giro di sei mesi: metastasi ossea. Intanto anche il quadro respiratorio peggiora e una notte occorre ricoverarla. La strada è segnata. Ospedale, morfina, hospice e qui comincia la sceneggiata della buona morte. Medici, psicologi, infermieri, ausiliari, tutti umani, sorridenti, carezze e coccole; letto antidecubito, frullati, pacche sulle spalle virtuali, dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente. Di testa lei è a postissimo, grata per le attenzioni, per la compagnia, tutto bello.

Queste parole mi suonano lugubri, ricordi flash di un racconto di Buzzati? Mi guarda con fare sorpreso e interrogativo, come fossi un marziano che non sa dove è atterrato. Previsione azzeccata! La cosa più importante era non sentirlo urlare per i dolori.

La Buona Morte si chiama Morfina e dà dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente risultato voluto. Avanti il prossimo, Cura la prostatite sceneggiata ricomincia! Buona sera, Vera. Sono contenta che vi sia una voce dissonante nel mio blog. Sua zia avrebbe potuto tenersi il tumore, e anche questo era suo diritto. Sarebbe morta ugualmente, con tempi e modi diversi.

Io non sono dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente medico ma so che in questo tipo di tumore idratare è controindicato, provoca gravi complicanze e una brutta agonia.

dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente

Inoltre, non sono certa di aver ben compreso: avrebbe voluto che non dessero la morfina a sua zia? Avrebbe voluto che soffrisse dolori cardiaci quando mi sono arrabbiato e ho minzione frequente Crede davvero che sia solo per egoismo che la famiglia desiderava che sua zia non urlasse di dolore? Ci rifletta. Anche i cattolici più estremisti ammettono che il dolore è inutile. Le cure palliative non sono una farsa. Sono un tentativo umano per accompagnare i nostri simili a concludere nel migliore dei modi la loro vita.

Impotenza morte ci ferisce tremendamente, e una delle frequenti reazioni del lutto è essere arrabbiati con i curanti. Non vedo la differenza tra stanno per morire e morire. Certo non si parla di luoghi della morte, ma in realtà lo sono. ADI è inesistente e il carico sui familiari è terribile, ma il malato non subisce traumi e cambi di ambiente.